Ultima modifica: 8 Marzo 2019
I.I.S. GALILEI-PACINOTTI > Attività > Attività Istituto Tecnico > LABORATORIO TEATRALE 8 MARZO Il teatro dell’oppresso arriva a Pisa e al nostro istituto con “Amore mio”, quando una relazione diventa pericolosa.

LABORATORIO TEATRALE 8 MARZO Il teatro dell’oppresso arriva a Pisa e al nostro istituto con “Amore mio”, quando una relazione diventa pericolosa.

Lo spettacolo organizzato dalla prof.ssa Guia Bessi in occasione della giornata dell’8 Marzo si è svolto nell’aula Magna dell’ITC Pacinotti ed ha visto la partecipazione delle classi 4Aafm, 4Asia, 4Bsia dell’ITE; IVC e IIB del Liceo Galilei

L’associazione Nuovo Maschile, in collaborazione con la Casa della Donna hanno portato a Pisa uno spettacolo di teatro dell’oppresso della compagnia teatrale romana PartecipArte di Olivier Malcor. Lo spettacolo mostra le diverse tappe che portano una coppia dalla possessività “amorosa” alla violenza. Il pubblico è invitato ad intervenire direttamente per cambiare la storia.

Si tratta di una delle tecniche del teatro dell’oppresso, nato in Brasile negli anni 70’, in cui il pubblico può intervenire per provare ad affrontare e risolvere i problemi messi in scena.

Lo spettacolo che si è svolto in 4 tempi ha avuto inizio con una breve rappresentazione teatrale, una situazione problematica che finisce male. Il facilitatore (chiamato Jolly) ha invitato poi gli studenti ad analizzare la scena e ad identificare i meccanismi che portano al problema. La pièce riparte, ma questa volta il pubblico può fermare la scena quando vuole per proporre alternative e provare delle soluzioni sulla scena. Il Jolly, con giochi e domande, stimola la ricerca collettiva e la partecipazione di tutti/e.

Alla fine della rappresentazione i ragazzi che hanno partecipato anche recitando alcune scene modificate in base si loro punti di vista , hanno sperimentato una varietà di soluzioni e sono più preparati ad affrontare il problema nella loro vita quotidiana.

“Il tema della violenza di genere riguarda tutte e tutti“, ha sottolineato Desiree Olianas, vicepresidente di Nuovo Maschile, uomini liberi dalla violenza. “Lavoriamo da anni con uomini che usano violenza nelle relazioni e abbiamo ormai ben chiaro come non si tratti né di orchi né di uomini che arrivano a gesti violenti per un ‘raptus’. La violenza è presente nelle relazioni in molti modi e non si presenta all’improvviso. Per questo abbiamo scelto di portare a Pisa e nelle scuole uno spettacolo che coinvolga il pubblico direttamente. La violenza nelle relazioni di coppia si impara a riconoscere e si scopre inoltre che tutta la comunità può avere un ruolo attivo nel fermarla”.

Gli spettacoli previsti a Pisa e provincia sono tre: 7 Marzo a Vecchiano (Teatro Olimpia ore 21), 8 Marzo a Vicopisano (Teatro di Via verdi ore 21), 10 Marzo a Pisa (Cinema Lumiere ore 18).

  • LABORATORIO TEATRALE 8 MARZO Il teatro dell’oppresso arriva a Pisa e al nostro istituto con “Amore mio” , quando una relazione diventa pericolosa.
    LABORATORIO TEATRALE 8 MARZO Il teatro dell’oppresso arriva a Pisa e al nostro istituto con “Amore mio” , quando una relazione diventa pericolosa.
  • LABORATORIO TEATRALE 8 MARZO Il teatro dell’oppresso arriva a Pisa e al nostro istituto con “Amore mio” , quando una relazione diventa pericolosa.
    LABORATORIO TEATRALE 8 MARZO Il teatro dell’oppresso arriva a Pisa e al nostro istituto con “Amore mio” , quando una relazione diventa pericolosa.