Ultima modifica: 23 Gennaio 2023
I.I.S. GALILEI-PACINOTTI > L’istituto > Scienze Motorie – Gruppo Sportivo Scolastico

Scienze Motorie – Gruppo Sportivo Scolastico

Pagina dedicata ai progetti dei docenti di Scienze Motorie dell’IIS Galilei-Pacinotti di Pisa, raggiungibile sia tramite tasto a sfondo giallo visibile nella colonna a destra del sito e sia nella menù IIS Galilei Pacinotti.

GRUPPO SPORTIVO SCOLASTICO

Il Gruppo Sportivo Scolastico offre attività prevalentemente pomeridiane. E’ possibile partecipare anche ad una sola lezione, per provare o togliersi una curiosità, mentre per ottenere il credito formativo è necessario partecipare a un numero minimo di incontri (indicato nelle informazioni).
Inizio lezioni pomeridiane a.s. 2022-2023: lunedì 23 gennaio 2023.

Discipline disponibili (clicca sulla singola attività per le informazioni e le modalità di iscrizione e di svolgimento):

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

  • modulo di autorizzazione e informativo firmato da un genitore, anche per i maggiorenni (allegato 1 – AUTORIZZAZIONE)
  • certificato medico, agonistico o non agonistico. Non tutte le discipline richiedono il certificato medico (verifica nelle informazioni della singola attività).
    E’ possibile ritirare presso il proprio docente di educazione fisica la richiesta dell’istituto per svolgere gratuitamente la visita per l’idoneità non agonistica presso il proprio medico.

ATTIVITA’ IN AMBIENTE NATURALE

Le attività in ambiente naturale rientrano tra le attività pomeridiane del Gruppo Sportivo Scolastico, inserite nel PTOF e autorizzate dal consiglio di istituto. Solitamente le attività praticate nei Gruppi Sportivi Scolastici sono la pallavolo, l’atletica leggera e il basket, ma avendone l’opportunità abbiamo cercato di proporre discipline alternative e adatte a tutti, e che possono rappresentare uno spunto per praticare attività fisica anche non agonistica per ragazzi che stanno uscendo come fascia d’età dal mondo dello sport agonistico organizzato, spesso unica possibilità in Italia per i giovani praticare sport. La maggior parte dei ragazzi, abbandonando lo sport praticato perché superata l’età dell’avviamento e reputati non adatti all’agonismo di primo livello, o per mancanza di tempo causa gli impegni di studio, ripiegano spesso sulla palestra di fitness (anche quello un mondo da interpretare…) o sull’andare a correre da soli o con amici, credendo ormai di essere troppo “vecchi” per imparare altre discipline da praticare nel tempo libero. Ecco, gli sport in ambiente naturale vanno visto in quest’ottica: diventare competenti in una disciplina da praticare in sicurezza con amici, riscoprendo i benefici dell’attività all’aperto, senza finalità di medaglie ma con l’unica finalità del benessere psicofisico e della soddisfazione personale.

Le discipline che proponiamo hanno anche lo scopo di rendere i ragazzi consapevoli del fatto che qualsiasi attività venga svolta comporta dei rischi, e che diventa sicura solo essendo consapevoli di tali rischi e diventando esperti delle tecniche esecutive, delle normative di sicurezza da adottare, nonché dell’abbigliamento e attrezzature idonee. Sport come il kayak, l’arrampicata o il tiro con l’arco hanno la caratteristica di avere i rischi molto evidenti e facilitano l’interiorizzazione di questo concetto, cosa che negli altri sport non è così scontata (infatti in queste discipline è rarissimo che qualcuno si faccia male, mentre è pieno di ragazzi operati a ginocchia, spalle e spesso ernie del disco causati dagli sport classici…).

L’impegno richiesto lo stabilirà personalmente ogni alunno, nel senso che è possibile partecipare anche ad una sola lezione, per provare o togliersi una curiosità. Ovviamente se qualcuno si appassiona e riesce a svolgere il corso completo raggiungerà le competenze complete sulla disciplina, e sarà possibile il riconoscimento del credito formativo.

BENEFICI DELL’ATTIVITA’ FISICA IN AMBIENTE NATURALE

  1. OSSIGENAZIONE
    Miglioramento dell’ossigenazione dei tessuti de corpo; a beneficiarne in modo notevole sono il sistema nervoso e la vista. L’aria respirata in un bosco o sul mare è libera da inquinanti e ricca di elementi rigeneranti per l’organismo. Unica attenzione in primavera per gli allergici a pollini e graminacee.
  2.  LUCE SOLARE DIRETTA
    VITAMINA D – La vitamina D svolge un ruolo fondamentale per la salute delle ossa. Assistendo nell’assorbimento del calcio da parte dell’intestino, la vitamina D è importante per la crescita e il mantenimento di uno scheletro robusto. La vitamina D assiste nel controllo dei livelli di calcio nel sangue e aiuta a mantenere la forza muscolare.
    La luce solare è fonte di vitamina D. Quando la nostra pelle è esposta ai raggi ultravioletti B (UVB) emessi dal sole si produce la vitamina D. Basta esporsi un poco al sole per produrre elevati livelli di vitamina D Bastano 40 minuti al giorno in maglietta e pantaloni corti d’estate per farsi una scorta di vitamina D per tutto l’inverno. Il tempo di esposizione al sole varia in base alla stagione, al luogo, al tipo di pelle e all’area del corpo esposta. D’estate è meglio esporsi a metà mattina o metà pomeriggio, evitando le ore di picco dei raggi UV. D’inverno è necessario esporsi più a lungo, preferibilmente attorno a mezzogiorno. È importante mantenere l’equilibrio tra il bisogno di esposizione al sole per la produzione di un livello adeguato di vitamina D e il rischio di danni alla pelle dovuti ad una esposizione eccessiva. La trasmissione di raggi UVB attraverso i normali vetri trasparenti è minima, per cui l’esposizione al sole dovrebbe avvenire all’aperto.
    Il cibo non può fornire un ammontare adeguato di vitamina D e la maggior parte delle persone fa affidamento sull’esposizione al sole per raggiungere i livelli consigliati. Un limitato numero di alimenti contiene piccole dosi di vitamina D
    La carenza di vitamina D può avere un forte impatto sulla salute delle ossa. Negli anziani, accresce il rischio di cadute e di fratture. Bassi livelli di vitamina D possono anche arrecare dolori alle ossa e alle articolazioni e debolezza muscolare. Nei neonati e nei bambini, la carenza di vitamina D può portare al rachitismo, una patologia che causa debolezza ossea e muscolare nonché deformità. La carenza di vitamina D nei neonati è dovuta alla carenza nelle madri e, se non rettificata, avrà un impatto duraturo sul normale sviluppo delle ossa del bambino.
    VISTA – Osservare il mondo alla luce solare è l’ideale per la vista, rigenerandola dopo lunghi periodi di esposizione a luci artificiali come avviene in inverno o per motivi di studio e lavoro
  3. PAESAGGIO
    VISTA – Muoversi in un paesaggio con varie profondità stimola la capacità dell’occhio di mettere a fuoco rapidamente sia gli immensi spazi dell’orizzonte, sia il piccolo oggetto più vicino, sia tutte le distanze focali intermedie. Questo aiuta a mantenere la vista sana.
    BENESSERE PSICOFISICO – Ammirare la bellezza di un paesaggio naturale stimola la produzione degli ormoni del benessere (serotonina e dopamina) che contribuiscono al rilassamento, all’abbattimento dello stress e al miglior funzionamento generale dell’organismo.
  4. TERRENO SCONNESSO E AMBIENTI NATURALI
    Muoversi su vari tipi di terreno superando ostacoli porta ad un notevole sviluppo di tutte le capacità condizionali e coordinative, nonché allo sviluppo delle abilità motorie fondamentali e all’acquisizione di nuove abilità.